fbpx

Sottrarre le famiglie e le imprese dall’insolvenza, e agevolarne la ripresa. È la missione principale della Legge n. 3 del 2012 (cosiddetta legge salvasuicidi). Da quest’anno, però, la suddetta Legge è stata “inglobata” nel nuovo codice della crisi di impresa e dell’insolvenza. Quali sono i cambiamenti in atto?

La normativa sul sovraindebitamento ha ora un nuovo meccanismo di cancellazione dei debiti. Si chiama esdebitazione “a zero incassi” e riguarda quei casi in cui il soggetto chiamato in causa non può far fronte ai pagamenti nemmeno in parte. 

Approfondisci con noi la questione qui.

Non cambiano, invece, le tre procedure per ottenere l’esdebitazione dei soggetti esclusi dalla liquidazione giudiziale. Si tratta di imprenditori commerciali privi dei requisiti dimensionali per poter esservi sottoposti, imprenditori non commerciali, comuni cittadini).

La parte del nuovo codice della crisi dedicata al sovraindebitamento inizia dall’articolo 65. Un ruolo da protagonista è quello ricoperto dall’Organismo di Composizione della Crisi. Perché «Il consumatore sovraindebitato, con l’ausilio dell’Occ, può proporre ai creditori un piano di ristrutturazione dei debiti che indichi in modo specifico tempi e modalità per superare la crisi da sovraindebitamento. La proposta ha contenuto libero e può prevedere il soddisfacimento, anche parziale, dei crediti in qualsiasi forma».

Chiedici una consulenza gratuita qui.

Aiutaci ad Aiutarti. Vuoi ricevere una consulenza gratuita? Compila ed invia il modulo. Sarai contattato entro le 24 ore

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href=""> <abbr> <acronym> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Richiedi una consulenza gratuita