fbpx

Più di 710 mila domande per chiudere le proprie pendenze col fisco: 605 mila riguardano la cosiddetta rottamazione-ter e 105 mila il “saldo e stralcio”. La metà è stata compilata on-line dai contribuenti. Il 30 aprile è l’ultimo giorno utile per consegnare la domanda.

Il “saldo e stralcio” è per le persone fisiche in situazione di grave difficoltà economica che hanno ricevuto cartelle relative agli anni dal 2000 al 2017 per il mancato pagamento dell’Irpef oppure dei contributi previdenziali dovuti alle Casse private o alle gestioni dei lavoratori autonomi Inps. Ma chi sono, secondo la legge, le persone in una situazione di grave e comprovata difficoltà economica?

  • Sono i contribuenti con un Isee non superiore a 20.000 euro,
  • oppure i soggetti per i quali è stata aperta la procedura di liquidazione prevista dalla legge sul sovraindebitamento.
  • Può aderire anche chi ha già fatto domanda per le precedenti rottamazioni delle cartelle, a prescindere dal fatto di essere in regola con il pagamento delle rate.

Sul sito dell’Agenzia delle entrate esiste il servizio “Fai D.A. te” che può essere utilizzato sia in area pubblica allegando il proprio documento di identità, sia nell’area riservata con lo Spid o le credenziali personali fornite da Agenzia delle entrate o dall’Inps.

Sul sito è possibile anche richiedere via mail il “prospetto informativo” con l’elenco di cartelle e avvisi di pagamento che possono finire “rottamati”. Chi non vuole compilare la domanda on-line, può comunque scegliere per quella cartacea. I moduli sono disponibileisia sul sito dell’Agenzia che presso gli sportelli.

Per inviarli occorre:

  • la PEC (posta elettronica certificata);
  • ma si può anche consegnarli a mano presso gli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

In occasione della definizione agevolata, la delega cartacea, in aggiunta a quella telematica, è estesa anche ai titolari di partita Iva. C’è, comunque, ancora tempo per presentare la domanda. Ricordiamo che la scadenza è il 30 di aprile.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href=""> <abbr> <acronym> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Richiedi una consulenza gratuita