fbpx

Perseguire finalità di beneficio comune (oltre allo scopo di dividere gli utili di una attività economica) e operare in modo responsabile, trasparente e sostenibile per la comunità. Ecco le Società Benefit.

Questi sono gli obiettivi delle Società Benefit, introdotte nel nostro Ordinamento con la Legge di stabilità 2016. Ma quante sono le Società Benefit in Italia? Una risposta può arrivare da una ricerca della Fondazione CUOA che ha analizzato il mercato italiano dopo l’entrata in vigore della recente normativa.

La ricerca è stata compiuta utilizzando il database AIDA a fine maggio 2018. Sono state estratte le aziende nella cui ragione o denominazione sociale compariva una delle seguenti dizioni: SB, S.B, S.B., Benefit, Società Benefit, Benefit Corporation.

Dopo l’estrazione, sono state eliminate le società in liquidazione.

È stato inoltre fatto un controllo incrociato con il registro delle Società Benefit disponibile all’indirizzo: http://www.societabenefit.net/elenco-delle-societa-benefit/. Al momento risultano circa 200 società.

Si tratta in prevalenza di nuove imprese nate negli anni più recenti.

Il 71% è nato a partire dal 2016 (il 27% nel 2016, il 31% nel 2017, il 13% nei primi cinque mesi del 2018), mentre nel 29% dei casi si tratta di trasformazione di società for profit fondate precedentemente. Per queste ultime, quindi, il passaggio a Società Benefit è stato preceduto da un accordo tra i soci finalizzato a modificare l’oggetto sociale e ad inserire in modo esplicito gli altri benefici che l’azienda si propone di raggiungere.

In quali settori operano le Società Benefit italiane?

  • Servizi alle Imprese: 35,3%
  • Consulenza direzionale: 16,8%
  • Distribuzione: 12,1%
  • Turismo e Ristorazione: 7,4%
  • Attività di cura: 6,3%
  • Formazione: 5,8%
  • Agrifood: 2,6%
  • Metalmeccanica: 2,6%
  • Altro: 11,1%

Il settore dei servizi alle imprese e della consulenza direzionale, è spiegato nella ricerca, è al primo posto perché sono ambiti nei quali il know-how e la reputazione aziendale generano un importante vantaggio competitivo. Qual è la distribuzione territoriale delle Società Benefit italiane?

  • Centro: 22,0% (di cui quasi la metà concentrata nella provincia di Roma)
  • Nord Est (inclusa l’Emilia Romagna): 20%
  • Nord Ovest: 48,8% (di cui più della metà concentrata nella provincia di Milano)
  • Sud e Isole: 9,3%.

Alle Società Benefit appartiene anche Esdebitami s.r.l. SB, che ha scelto di rendere il proprio business di natura “etica” e “socialmente responsabile“: le scelte aziendali sono soggette ad una misurazione di adeguatezza rispetto a degli standard di impatto sociale definiti a livello sovranazionale.

Se volete affidarvi a dei professionisti del settore compilate il form in basso. La consulenza è gratuita.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href=""> <abbr> <acronym> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Richiedi una consulenza gratuita