fbpx

C’è tempo fino al prossimo 30 aprile per presentare la domanda “saldo e stralcio” delle cartelle esattoriali per i contribuenti in grave e comprovata difficoltà economica. Il servizio prevede una riduzione delle somme dovute grazie ai contenuti della Legge n. 145/2018. L’agevolazione riguarda solo le persone fisiche e alcune tipologie di debiti riferiti a carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.
Ora è più facile presentare la domanda grazie ad un servizio on-line previsto dal’Agenzia delle entrate-Riscossione. Il servizio si chiama “Fai da te” ed è accessibile da pc, smartphone o tablet senza necessità di credenziali di accesso.

Chi può aderire?
Il “saldo e stralcio” riguarda quelle persone fisiche in situazione di grave difficoltà economica che hanno ricevuto cartelle relative agli anni dal 2000 al 2017 per il mancato pagamento dell’Irpef oppure dei contributi previdenziali dovuti alle Casse private o alle gestioni dei lavoratori autonomi Inps.

Che cosa si intende per grave e comprovata difficoltà economica?
Si tratta di quei contribuenti con un Isee non superiore a 20.000 euro, oppure i soggetti per i quali è stata aperta la procedura di liquidazione prevista dalla legge sul sovraindebitamento. Può aderire anche chi ha già fatto domanda per le precedenti rottamazioni delle cartelle, a prescindere dal fatto di essere in regola con il pagamento delle rate.

Quanto si deve versare?
Il 16% dell’importo dovuto in caso di Isee fino a 8.500 euro; il 20% con Isee da 8.500 a 12.500 euro o il 35% se superiore. Nel caso di di liquidazione per sovraindebitamento, invece, per la sanatoria è sufficiente il 10%. Non sono dovuti sanzioni e interessi di mora, ma si dovranno pagare aggio e rimborso spese per le procedure esecutive e di notifica delle cartelle.

Hai bisogno di un aiuto per compilare la domanda on line? Clicca qui.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href=""> <abbr> <acronym> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Richiedi una consulenza gratuita