fbpx

Diminuisce il reddito disponibile delle famiglie consumatrici. Nel quarto trimestre 2018 è sceso dello 0,2% in termini nominali e dello 0,5% in termini reali, rispetto ai tre mesi precedenti. A testimoniarlo è l’Istat. La spesa per consumi delle famiglie è aumentata dello 0,5% in termini nominali; ne deriva una flessione di 0,6 punti della propensione al risparmio delle famiglie, scesa al 7,6% (8,2% nel terzo trimestre).

L’Istat ha aggiornato anche i parametri principali delle finanze pubbliche. Nel 2018, le Pa hanno registrato un indebitamento netto pari al 2,1% del Pil. Il debito del Paese è confermato al 132,1% del Pil in aumento rispetto al 131,1% del 2017.

Nel complesso dello scorso anno, la pressione fiscale (ovvero le entrate dello Stato sulla ricchezza nazionale) si è attestata al 42,1% del pil, in riduzione di 0,1 punti percentuali rispetto ai 42,2 del 2017. Nel 2016 era stata pari al 42,4% e nel 2015 al 43%. Nel solo quarto trimestre dell’anno scorso, tuttavia, la pressione fiscale risultava al 48,8%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il reddito complessivo totale dichiarato all’Erario nel 2018 (e quindi relativo al 2017) ammonta a circa 838 miliardi di euro (-5 miliardi rispetto all’anno precedente, -0,6%) per un valore medio di 20.670 euro.

In base alle dichiarazioni dei redditi per l’anno d’imposta 2017 viene fuori che solo il 5,3% dei contribuenti dichiara più di 50 mila euro, versando il 39,2% dell’Irpef totale. Il 45% dei contribuenti, che dichiara solo il 4% dell’Irpef totale, si colloca nella classe fino a 15 mila euro; in quella tra i 15 mila e i 50 mila euro si posiziona circa il 50% dei contribuenti, che dichiara il 57% dell’irpef totale. In 12,9 milioni non pagano l’Irpef e comunque l’imposta viene dichiarata solo dal 75% del totale dei contribuenti: vale a dire, uno su quattro non presenta la dichiarazione dei redditi.

Aiutaci ad Aiutarti. Vuoi ricevere una consulenza gratuita? Compila ed invia il modulo. Sarai contattato entro le 24 ore

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href=""> <abbr> <acronym> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Richiedi una consulenza gratuita