fbpx

Parte il “Saldo e stralcio” dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 per i contribuenti, (solo persone fisiche), che versano in una situazione di grave e comprovata difficoltà economica. La domanda entro il 30 aprile 2019.

Lo sconto è del 90%
La manovra 2019 prevede, in particolare, per i contribuenti in procedura di liquidazione in base alla legge sul sovraindebitamento, la possibilità di saldare i debiti versando un’aliquota del 10%. Il provvedimento riguarda soggetti ai quali non si applica la legge fallimentare ed è contenuto nel comma 188 della legge 145/2018.

La procedura di “saldo e stralcio”, come è stata definita, offre la possibilità di sanare le pendenze fiscali e contributive con uno sconto del 90%, indipendentemente dal requisito ISEE.

Si versa il 10% del dovuto
L’Agenzia delle Entrate – Riscossione spiega come possono aderire al “Saldo e stralcio”, sempre per i debiti rientranti nell’ambito applicativo della norma, anche i contribuenti (solo persone fisiche) per i quali, indipendentemente dal valore ISEE del proprio nucleo familiare, alla data di presentazione della dichiarazione di adesione alla Definizione, sia stata aperta la procedura di liquidazione di cui all’articolo 14-ter della Legge, n. 3/2012.

l’importo da pagare a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione è pari al 10% di quello dovuto.

La procedura di pagamento
Il pagamento delle somme dovute potrà essere effettuato in un’unica soluzione, entro il 30 novembre 2019, oppure in cinque rate così modulate: il 35% con scadenza il 30 novembre 2019, il 20% entro il 31 marzo 2020, e tre rate pari al 15% con scadenza 31 luglio 2020, 31 marzo 2021 e 31 luglio 2021.

Mancato accoglimento del “saldo e stralcio”
La legge prevede che Agenzia delle entrate-Riscossione invii al contribuente entro il 31 ottobre 2019 una “Comunicazione” con la quale, motivando il mancato accoglimento del “Saldo e stralcio” e limitatamente ai debiti definibili ai sensi dell’art. 3 del D.L. n. 119/2018, avverte il contribuente dell’automatica inclusione nei benefici della Definizione agevolata 2018 (c.d. “rottamazione-ter”) fornendo altresì l’importo da pagare e le relative scadenze di pagamento.

Se hai debiti puoi chiedere una consulenza gratuita completando il form in basso:

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href=""> <abbr> <acronym> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Richiedi una consulenza gratuita